NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Progetti realizzati in Brasile

I risultati del Progetto "Liberatutti" di censimento dei bambini istituzionalizzati eseguiti nel corso degli anni 2004/2006 nella regione metropolitana di Belo Horizonte (Minas Gerais), hanno evidenziato la presenza all'interno dei ricoveri della città di circa 200 adolescenti abbandonati. Ragazzi tuttavia troppo grandi per poter concretamente sperare in un'esigenza nazionale o internazionale.

Sono bambini di età compresa per lo più tra i 12 ei 16 anni, che vivono all'interno dell'Istituto e frequentano la scuola, tuttavia con la difficoltà e la mancanza di continuità che la situazione di istituzionalizzazione ben può guardare lontano.

Data di attivazione: 01/2007

Stato: Concluso

Risultati ottenuti: 

Obiettivo del progetto NOVA è stato assegnato all'emancipazione di questi adolescenti e al loro futuro inserimento nel mondo lavorativo. Infatti, a partire dal compimento della maggiore età, gli ospiti dei ricoveri devono abbandonare quel luogo che, per lunghi anni, è uno stato sì di sofferenza ma rappresentava comunque una soluzione ai problemi di sopravvivenza. In collaborazione con la Fundaçao CDL Pro-Criança e con l'Università di Belo Horizonte, sono state organizzate "officine" tematiche-culturali e di formazione professionale delle attività commerciali o artistico-artigianali (dal marketing alla stampa su tessuto) , così come corsi e fasi collegate alle tecniche di sviluppo e rafforzamento dell'auto-stima e del livello di autonomia personale.

Finanziamenti ottenuti: 97.000,00 EUR

Responsabile: Massimo Vaggi - Bologna

La Scuola Santa Maria è situata in una zona rurale alla periferia di Igarassu, città storica della regione metropolitana di Recife, che conta una popolazione di circa 80 mila abitanti. Nata nel 1967 oggi ospita oltre 550 bambini e adolescenti che qui oltre a frequentare la scuola, mangiano attività di vario genere, ludiche, sportive o di recupero scolastico. Collocandosi in zona di grande povertà, la Scuola Santa Maria ospita gratuitamente gli alunni. Ciò è possibile solo grazie ad un progetto di “sostegno a distanza” lanciato nel 1993 che coinvolge famiglie europee e brasiliane e qualunque sia anche noi della NOVA da tempo abbiamo aderito.

Dati di attivazione: 11/1997

Stato: Concluso

Risultati ottenuti: 

L'assistenza consiste nel sostenere l'assicurazione economica della classe (20 bambini) per l'utente anno scolastico: materiale didattico, stipendio insegnante, divisa, pranzo e merenda, assistenza medica.

Responsabile: Franca Guerra

Ananindeua è una città dello stato brasiliano del Parà, nord-est brasiliano, situata a circa 40 chilometri da Belem (capitale dello stato). L'area nord-est brasiliana è la più povera di tutto il Brasile, segnata da un forte degrado sia ambientale che sociale. L'infanzia lascia a vivere sulla strada è molto spesso i bambini sono figli di ragazze madri adolescenti. Il progetto ha lo scopo di curare i bambini con problemi di parassitosi e denutrizione attraverso un supporto medico adeguato e farmaceutico, fornito un aiuto alimentare alle famiglie dei minori e sensibilizzare le esigenze dell'accoglienza e della cura dei minori in difficoltà. Il progetto, infatti, è utilizzato con lo scopo di curare alcune delle patologie più frequenti, tipo parassitosi e infezioni da batteri intestinali,che causano problemi allo sviluppo ponderale dei bambini. All'attività ambulatoriale si è poi affiancato un servizio di mensa per i bambini in cura, per le loro famiglie e per quanti si trova in difficoltà. Il tutto si svolgeva nel centro parrocchiale dove Don Elio svolge la sua opera missionaria. Nel 2008 è vista la possibilità di edificare un centro di accoglienza che avesse funzione di ambulatorio e di scuola materna. Per questo motivo il Nova ha partecipato alla costruzione di questo piccolo centro grazie anche all'aiuto di altre associazioni italiane che hanno accettato di collaborare. Il tutto si svolgeva nel centro parrocchiale dove Don Elio svolge la sua opera missionaria.Nel 2008 è vista la possibilità di edificare un centro di accoglienza che avesse funzione di ambulatorio e di scuola materna. Per questo motivo il Nova ha partecipato alla costruzione di questo piccolo centro grazie anche all'aiuto di altre associazioni italiane che hanno accettato di collaborare. Il tutto si svolgeva nel centro parrocchiale dove Don Elio svolge la sua opera missionaria. Nel 2008 è vista la possibilità di edificare un centro di accoglienza che avesse funzione di ambulatorio e di scuola materna. Per questo motivo il Nova ha partecipato alla costruzione di questo piccolo centro grazie anche all'aiuto di altre associazioni italiane che hanno accettato di collaborare.

Data di attivazione: 10/2007

Stato: Concluso

Risultati ottenuti: 

Nel 2009 è stato completato il centro di accoglienza organizzato nel 2008. Le persone che hanno curato per i bambini sono 5 oltre a don Elio e sono 2 medici, 1 infermiera e 2 maestre per la scuola materna. Il servizio mensa è stato diversificato: i pasti preparati vengono serviti solo ai bambini che frequentano il centro, mentre alle famiglie, o quanti ne hanno bisogno, viene consegnato, una volta alla settimana, un pacco di spesa contiene specifici di prima necessità (riso, fagioli, carne affumicata).

Prossimi obbiettivi: * Sostegno medico-psicologico alle madri adolescenti * Centro ricreativo per ragazzi in et & agrave; scolare * Formazione di personale volontario * Manutenzione della struttura.

Responsabile: anna pittaro

L'Istituto Allan Kardec-Lar Ceci Costa di Olinda (Brasile) è un'opera filantropica, senza fini di lucro, riconosciuta come Istituzione di Pubblica Utilità Comunale e Statale, fondata nel 1938 e che è finita oggi. I bambini accolti in questo istituto appartengono a famiglie con gravi difficoltà economiche; grazie ai contributi raccolti a distanza, viene loro offerta gratuitamente l'ospitalità, nonché la possibilità di frequentare la scuola e fornire il materiale necessario.

Data di attivazione: 01/2009

Stato: Concluso

Risultati ottenuti: 

NOVA ha reso possibile, nel 2009, l'acquisto di un pulmino.

Responsabile: Franca Guerra

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove [...]
(P. Cacucci, Un po' per amore, un po' per rabbia)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca