NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Progetti realizzati in Etiopia

L’istituto Almaz, dove NOVA realizza adozioni da tempo, è poverissimo. Il personale addetto era costituito da un responsabile per la sicurezza, donne per le pulizie, un'insegnante, un'infermiera, un contabile, un direttore, e (recentemente) un'assistente sociale.

Data di attivazione:  01/2007

Stato:  Concluso

Responsabile:  massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il progetto è nato dall’esigenza di acquistare medicinali necessari per le cure mediche dei minori del Centro Asco in Addis Abeba. Infatti L’incremento costante dei bambini che necessitano di assistenza e di cure mediche nelle zone circostanti il Centro Asco ha determina l’esigenza di un numero sempre maggiore di farmaci “salvavita”.

Data di attivazione:  07/2009

Stato:  Concluso

L’Associazione AACFSA (Almaz Ashine Children and Family Support Association) è un’organizzazione locale non-governativa fondata nel 1991. Lo scopo di questa associazione è quello di garantire che tutti i bambini e le donne Etiopi siano membri della società in buona salute, produttivi ed auto-sufficienti. La missione di AACFSA è quella di promuovere ed aumentare il benessere dei bambini ed avvantaggiare le donne garantendone l’accesso alla sanità, all’educazione ed aumentandone il potere sociale/politico/economico.

Data di attivazione:  01/2010

Stato:  Concluso

Responsabile:  Rosaria Tantalo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In Addis Abeba l’Istituzione Gelela gestisce un Orfanotrofio ove vengono ospitati minori in stato di bisogno provenienti sia dalla città che dalle Province di Hossana, Durame, Shashemene, Terecka, Mezane e Gojam-Funet Selam. Le finalità dell’Istituto sono quelle di accudire i minori nel periodo necessario per trovare una famiglia adottiva ed espletare le procedure burocratiche finalizzate all’Adozione Nazionale ed Internazionale. All’arrivo nell’Istituto vengono effettuate le visite mediche e gli esami clinici necessari ad accertare lo stato di salute. Nell'ipotesi che vengano riscontrate malattie infettive, specialmente HIV ed Epatite, i minori vengono ospitati ed accuditi presso un’altra struttura, al fine di meglio assisterli ed evitare la diffusione delle infezioni all’interno dell’Orfanotrofio ove sono presenti c.ca 80 minori in età variante tra gli 0 e 12 anni.

Data di attivazione:  04/2009

Stato:  Concluso

Responsabile:  massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA SITUAZIONE

Kebebe, Kolfe e Ketchene sono tre istituti governativi dove passano oltre 630 bambini.

I più piccoli entrano al Kebebe, poi vengono trasferiti al Kolfe (ragazzi) e al Ketchene (ragazze), dal quale escono all’età di circa 18 anni ma anche a 22/23.

Data di attivazione:  01/2010

Stato:  Attivo

Responsabile:  Rosaria Tantalo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal 2007 NOVA collabora con il governo etiope “Ministry of Woman and Children Affairs” (MOWA), inizialmente per sostenere 65 bambini orfani, abbandonati o che vivono con le loro famiglie in condizioni di povertà nella periferia della capitale Addis Abeba - quartiere (Woreda) Sub City.

Il progetto, che si basa sulla pratica del Sostegno a Distanza (SAD), si pone anche l'obiettivo di migliorare le condizioni familiari dei bambini intervenendo sulla formazione professionale dei genitori e soprattutto delle donne in quanto perno reale della società etiope. 

Data di attivazione:  01/2007

Stato:  Attivo

Responsabile:  massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal 2011 N.O.V.A. collabora con l’ONG locale Kingdom Vision International (KVI). Questo centro residenziale di accoglienza per bambini orfani ha sede ad Addis Abeba e ha una fitta rete di strutture di primo intervento nella campagna circostante la capitale e in altre regioni del paese.

Queste strutture intervengono sul territorio per prevenire l’abbandono tramite azioni integrate ed alternative di sostegno alla famiglia e in particolare sui bambini e sulle donne con l’obiettivo di rendere autonomi e indipendenti i beneficiari.

Data di attivazione:  06/2013

Stato:  Concluso

Responsabile:  Silvia Calzolari - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il fenomeno dei bambini di strada in Etiopia rappresenta un problema grave e la sua incidenza è percentualmente più alta nella capitale Addis Abeba rispetto al resto delle città etiopiche. 

 

Il sistema scolastico prevede l'accesso gratuito alla scuola primaria (dal 1° al 10° grado) per tutti i bambini. Tuttavia la carenza delle strutture in rapporto alla popolazione in età di prima scolarizzazione fa sì che molti bambini non frequentino la scuola. 

Ai bambini esclusi rimane la possibilità di accedere a classi successive con un esame privato. Questa opportunità resta tuttavia appannaggio delle sole famiglie che hanno un livello culturale ed un reddito sufficienti per sentire l'esigenza di dare istruzione ai ragazzini e per pagare un insegnante privato che metta in grado il bambino di superare gli esami. 

Questo sistema penalizza fortemente i bambini delle famiglie più povere o prive di reddito.

Data di attivazione:  03/2007

Stato:  Concluso

Responsabile:  Piergiorgio Corbetta - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove [...]
(P. Cacucci, Un po' per amore, un po' per rabbia)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca