NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Sostegno a distanza dei bambini di Port au Prince

Haiti ha oggi circa 14 milioni di abitanti, di questi 10 milioni abitano stabilmente nel paese e sono per oltre il 50% giovani, sparsi su un'area di 27.750Km2, la maggior parte concentrati nelle baraccopoli prive di infrastrutture di base. Questo paese ha purtroppo conosciuto negli ultimi decenni profonde trasformazioni caratterizzate dall’instabilità socio-politica che ha successivamente  impedito all’apparato statale ogni visione strategica, con indebolimento delle istituzioni pubbliche e private, rafforzando infine la disuguaglianza e la vulnerabilità estrema: l'85% della popolazione detiene meno del 10% della ricchezza del paese e il 15% possiede più dell’85%.

Il terremoto del 12 gennaio 2010 non ha fatto che aggravare una situazione già disastrosa: ancora un milione di persone vivono nelle tendopoli mentre manca un qualunque coordinamento degli aiuti, ogni ONG fa ciò che crede meglio e dove crede sia necessario, e la ricostruzione che dovrebbe essere gestita da una commissione internazionale diretta da Bill Clinton e da rappresentanti di FMI, stati esteri, Banca Mondiale, non è ancora partita...

La situazione del paese è drammatica. Moltissime famiglie si trovano in condizioni disperate (disoccupazione o sottoccupazione, mancanza di alloggio stabile e cibo sempre più caro).

Dal 2011 al 2013 NOVA ha sostenuto una decina di bambini a rischio di abbandono accolti dalla Comunità “Enfants de Jesus” di Port-au-Prince. Si tratta di figli di ragazze madri o di famiglie con grosse problematiche socio-economiche. Il progetto ci ha permesso di sostenere le spese scolastiche garantendo anche un sostegno alimentare e sanitario.

Da novembre 2013 abbiamo avviato una nuova partnership con l’associazione AIHIP (Associazione Internazionale Haiti Integrity Project), che ha sede in Italia (Casalecchio di Reno) ed è stata costituita nel 2008 soprattutto da cittadini della diaspora haitiana e da persone originarie del paese ma residenti in Italia per ragioni di studio o lavoro.

Lo scopo principale di AIHIP è quello di “svolgere  attività di utilità socio-culturale e di promuovere attività di sviluppo a carattere di sostenibilità in favore del popolo haitiano”. Tra le varie iniziative che ha messo in campo dopo il terribile terremoto del12 gennaio 2010, vi è un progetto destinato alla sorveglianza sanitaria e un altro di sostegno a distanza nelle zone rurali del Comune di Petit-Desdunes e nel Comune di Bocozelle.

Il progetto di sostegno a distanza riguarda gli alunni più indigenti che frequentano la scuola « Foyer des Petits » del villaggio Petit Desdunes, un villaggio di 20.000 abitanti della regione dell’Artibonite di Haiti.

Un referente di AIHIP stabile nel villaggio si assicura che i bimbi frequentino regolarmente la scuola.  La scuola « Foyer des Petits » ha 5 classi, di cui due pre-scolari (scuola infanzia) e tre di primo ciclo fondamentale.  

Quota annuale per il sostegno: 264 € a bambino, versabili in una rata annuale o due rate semestrali di 132 € l’una

Relazioni periodiche da Haiti

Come si può immaginare in una situazione del genere, non è facile comunicare con Port-au-Prince e tanto meno con i villaggi all'interno dell'isola: spesso viene a mancare la corrente o il collegamento internet e telefonico con i nostri rappresentanti salta. Riusciamo in ogni modo a ricevere aggiornamenti sull’evoluzione del progetto e sull’andamento scolastico dei bambini sostenuti, grazie ai responsabili locali del progetto e alle coppie adottive che si recano in visita nei villaggi e portano materiale scolastico e vestiti.

Data di attivazione:  01/2012

Stato:  Attivo

Risultati ottenuti: 

L'associazione NOVA si è fatta carico di anticipare in Haiti la prima tranche del sostegno 2014-15 in modo di avere il tempo di cercare tutti e dieci i padrini: ad oggi ne sono stati trovati cinque.

Prossimi obbiettivi:  <p>Trovare 10 nuovi padrini entro giugno 2015. Ricevere le pagelle, nuove foto e notizie famigliari entro giugno-luglio 2015. Riuscire ad avviare uno scambio di foto/disegni con i bambini sostenuti.</p>

Responsabile:  Eleonora Scabbia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli interventi di sostegno a distanza in Madagascar sono indirizzati verso diverse realtà e vengono mirati soprattutto a garantire il diritto alla salute, all'alimentazione ed alla scuola.

La Carrière è una cava di pietra nei pressi di Antananarivo su cui è stata costruita una grande baraccopoli.

Le numerose famiglie che vi abitano hanno come unico sostentamento l’aiuto delle suore che dal 1965 lavorano per assicurare loro il minimo indispensabile alla sopravvivenza. Particolare attenzione delle suore è rivolta alla situazione dei bambini, che spesso si presenta gravissima. Le suore hanno fatto costruire la scuola che ospita la materna fino alle medie. Una nuova ala è stata realizzata ed ospiterà la scuola superiore e l'ampliamento della materna.

Referenti nel Paese: Suor Blandine

Referente in Italia: Paolo M. Cafazzo

Ad Antisrabe le suore gestiscono la scuola che va dalla materna alle medie inferiori. I sostegni sono diretti ai bambini che frequentano la scuola e che provengono sia da Antisrabe che dai paesi vicini.

Referenti nel Paese: Suor Marie Jeanne

Referente in Italia: Paolo M. Cafazzo

A Sabotsy Namehana (non lontano da Antananarivo) le suore gestiscono il Centro Marie Angele che comprende classi dalla materna alla scuola professionale e la Scuola San Luigi Gonzaga. I sostegni sono diretti ai bambini che frequentano la scuola.

Referenti nel Paese: Suor Honorine e Suor Bernadette 

Referente in Italia: Paolo M. Cafazzo

 

Per informazioni:

Paolo M. Cafazzo

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Stato progetti di sostegno

Stato ATTIVO

NOVA ha attivato i primi sostegni a distanza a Bamako in Mali a partire dal 2006 con l'obiettivo di sostenere 8 bambini con problemi fisici e/o mentali presenti nel Centro di Accoglienza Familiare (CAPF). 

Grazie all'impegno dei padrini i bambini hanno potuto iniziare a frequentare una scuola specializzata per bambini con handicap dove, seguiti da specialisti vari, hanno potuto migliorare il linguaggio, risolvere problemi fonici e socializzare con altri bambini.

Il programma di riabilitazione a carico del NOVA prevede attualmente la copertura delle seguenti spese:

- il costo del salario di due specialisti (ortofonista e terapeuta cinestesico) che si occupano della riabilitazione dei bimbi con handicap tre volte a settimana; 

- escursioni frequenti dei bimbi al Museo Nazionale e al Parco zoologico, accompagnati dal responsabile del reparto della Pouponniere

- iscrizioni all’asilo / scuola per i bimbi con handicap fisico o leggero handicap mentale

- materiale didattico.

Grazie al lavoro di riabilitazione finora svolto, è stato possibile far camminare alcuni dei bimbi che prima rimanevano sempre in carrozzina e alcuni riescono ora a esprimersi e farsi capire. Sidi e Djibril operati alle gambe nel 2008, camminano ora da soli con il sostegno di scarpe ortopediche.

E’ stato rafforzato il coordinamento con le altre associazioni europee che si occupano dei bimbi con handicap per suddividere meglio gli interventi e pagare altri specialisti (uno psicologo e un fisioterapista).

Lo psicologo attuale si chiama THIENOU Jean Richard, visita due volte per settimana i bambini attraverso contatti, sedute e giochi individuali e collettivi, si occupa anche delle uscite ludiche al Museo Nazionale e al Parco zoologico. Si è occupato di inserire la musicoterapia nell’ultimo anno come tecnica di riabilitazione.

L’ortofonista si chiama ALY ALPHAGALO e si è occupato due volte a settimana di risolvere disturbi della comunicazione dei bambini ospitati alla Pouponniere: ci invia annualmente una relazione su avanzamenti e problematiche.

Dal 2008 è iniziato il progetto di sostegno a distanza anche per una decina di ragazzi del centro Assureme: in questo caso invece si tratta di farsi carico delle spese scolastiche, di cure mediche e nutrizione di bambini regolarmente iscritti a scuola (elementare o media) ma facenti parte di famiglie molto povere.

Referenti nel Paese: Ousseynou Sall 

Referente in Italia: Stefano Lucchesi

Per informazioni:

Stefano Lucchesi

Cell. 338-5965129

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SOSTEGNI A DISTANZA MESSICO

I sostegni a distanza del NOVA in Mexico sono effettuati a Oaxaca de Juarez in collaborazione con  Madre Bernardina Perez, Madre Generale delle Suore Missionarie del Catechismo mentre sono seguite sul posto da Madre Giovannina (Madre Juana Pacheco Lara).

Oaxaca, capitale dell’omonimo stato, è posta a sud di Città del Mexico. La condizione economica, come in tutta l’America centrale e del sud, è caratterizzata da una forte differenza tra la borghesia ed il resto della popolazione. Troviamo così molte richieste di  aiuto da parte di un gran numero di famiglie che, costrette a vivere in baracche o poco più, non riescono a garantire una vita minimamente dignitosa ai loro figli. Nelle situazioni più disperate si arriva inevitabilmente all’abbandono.

Per cercare di  togliere questi bambini dal mondo del lavoro e dare loro una possibilità di riscatto,  NOVA ha avviato già da parecchi anni un programma di aiuto nei loro riguardi. Assistendo solo finanziariamente tali famiglie l’intervento si sarebbe ridotto ad un puro e semplice sussidio che, dopo un po’ di tempo, diventava “dovuto”.  Quindi non rispondeva alla esigenza di riscatto che noi volevamo. Per questo motivo si è subito avviata l’assistenza sotto forma di “SOSTEGNO A DISTANZA”. Il minore in condizione di bisogno ci viene segnalato da M.Giovannina,  NOVA fa l’abbinamento con un “padrino” italiano che fornirà l’apporto finanziario principalmente finalizzato allo studio. Il bambino avrà così la possibilità di studiare. La scuola dell’obbligo in Messico è garantita dallo Stato, ma si richiede agli alunni di provvedere all’acquisto di tutto il materiale occorrente, compresi i libri e 3 costose divise indispensabili per poter frequentare le lezioni. I sostenitori riceveranno, una/due volte l’anno notizie direttamente dal ragazzo tramite lettera oltre, naturalmente, alle pagelle. Sarà questo uno dei mezzi con il quale il NOVA si garantisce sull’utilizzo dei fondi inviati. Naturalmente continui controlli vengono effettuati anche tramite i nostri rappresentanti direttamente a Oaxaca.

Referente nel Paese: Madre Juana Pacheco Lara

Referente in Italia: Claudia Ruoli

Per informazioni:

Claudia Ruoli

tel. uff. 051-593281

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stato progetti di sostegno

Stato ATTIVO

Il N.O.V.A. opera in Perù sin dal 1986 (Cusco) con specifici progetti ed interventi. Particolare importanza rivestono i sostegni a distanza attualmente a Cusco, Chaclacayo, Chiclayo e Piura.

Cusco

I progetti di sostegno a distanza che il N.O.V.A. segue a Cusco dal 1986 fanno parte di un progetto di aiuti che comprende anche l’assegnazione di borse di studio e l’allestimento e mantenimento di una mensa (Comedor Infantil). Il N.O.V.A. collabora con l’istituto Hogar S. Josè, gestito dalle Suore Orsoline del Sacro Monte di Varallo.

Le borse di studio sono destinate essenzialmente alle ragazze ospitate nell'istituto dando loro la possibilità di frequentare gli studi con continuità.

La mensa per bambini viene allestita presso lo stesso Hogar S. Josè e prepara circa 300/400 pasti/giorno. I bambini vengono anche dai paesi vicini "al Cusco" e spesso per loro è l'unico pasto che riescono a fare durante tutto il giorno.

Referente nel Paese: Suor Emilia Limonta

Referente in Italia: Manuele Del Serra

Chaclacayo, Chiclayo e Piura

Il N.O.V.A. ha in corso dal novembre 1998 attività di sostegno a distanza a Chaclacayo, Chiclayo e Piura.

A Chaclacayo (30 Km ad est di Lima) il NOVA opera con il centro educativo Jardin Asis fondato 30 anni fa dalle Suore Francescane con l’intento di aiutare i bambini bisognosi sotto gli aspetti morale, intellettuale e fisico. In questo centro, che è attrezzato con varie aule scolastiche tutte costruite con donazioni, si cerca di offrire ai bambini e ai loro genitori, oltre alla pura sopravvivenza, una formazione completa.

Il Centro Educativo Noviciado, ha sede a Chiclayo, che è una città di circa 200.000 abitanti a circa 600 chilometri a nord-ovest di Lima. Il centro ha le stesse finalità del Jardin Asis.

A Piura, città all'estremo nord del Peru, il N.O.V.A. sostiene minori che gravitano intorno all'Hogar Santa Rosa. 

Hermana Carmen vive, a periodi alterni, nei tre centri e ci segnala i bambini bisognosi che frequentano gli Istituti e che vivono nelle città limitrofe. Gli aiuti coinvolgono minori tra i 6 mesi di età fino ai 18 anni.

Referenti nel Paese: Hermana Carmen Norelia Sanchez Ortiz 

Referente in Italia: Silvana Orlandini

Per informazioni:

Manuele Del Serra

tel. abitaz. 0573-46512

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Silvana Orlandini - Bologna

tel. abitaz. 051-355740

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Stato progetti di sostegno

Stato ATTIVO

Gli Istituti di accoglienza dei minori abbandonati, nella Repubblica Democratica del Congo, vivono in una perenne condizione di emergenza.

Non esiste alcun supporto pubblico, le condizioni abitative sono nella migliore delle ipotesi appena sufficienti, l'assistenza sanitaria non è garantita, l'alimentazione corretta - e a volte l'alimentazione stessa - è un problema a volte irrisolvibile.

N.O.V.A. ha selezionato, nel corso degli anni, alcuni partner che offrono garanzie di assoluta serietà, e in particolare assicurano che i minori siano accuditi al meglio delle possibilità concrete, con l'obiettivo non solo della sopravvivenza ma anche della loro emancipazione.

Nei confronti di questi istituti N.O.V.A. ha sviluppato con il tempo numerose azioni tese a garantire in primo luogo l'assistenza sanitaria, nonché, da un lato, a supportare l'emergenza alimentare, ma soprattutto, dall'altro, a creare le condizioni per l'autonomia finanziaria dei centri (si veda la descrizione dei numerosi interventi nella sezione "progetti di solidarietà").

I SAD (sostegni a distanza) che legano le famiglie italiane ai minori ospiti degli istituti garantiscono ai bambini la possibilità della scolarizzazione, che in Congo è onerosa, e cessano una volta che il bambino interrompa la frequenza scolastica.

I bambini e i padrini hanno l'opportunità di ricevere, con frequenza minima di una volta all'anno, generalmente a Natale, foto, disegni e lettere, e nel corso dell'anno ricevono informazioni costanti sulla scolarizzazione (compresa la copia delle pagelle) e sullo stato di saluto dei minori.

I partner con i quali N.O.V.A. lavora costantemente sono i seguenti: Fondation Viviane, Associazione Aurore, Colk, AFDECO.

Piergiorgio Corbetta - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sauro Consoli - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I valori che danno senso alla vita non sono tutti nella nostra cultura, ma neppure tutti nelle culture degli altri: non tutti nel passato, ma neppure tutti nel presente o nel futuro. Essi consentono di valorizzare le diverse culture, ma insieme ne rivelano i limiti, e cioè le relativizzano, rendendo in tal modo possibile e utile il dialogo e la creazione della comune disponibilità a superare i propri limiti [...]


(Ministero della Pubblica Istruzione, Circolare Ministeriale 73/94)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca