NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Haiti

Sostegno a distanza dei bambini di Port au Prince

Haiti ha oggi circa 14 milioni di abitanti, di questi 10 milioni abitano stabilmente nel paese e sono per oltre il 50% giovani, sparsi su un'area di 27.750Km2, la maggior parte concentrati nelle baraccopoli prive di infrastrutture di base. Questo paese ha purtroppo conosciuto negli ultimi decenni profonde trasformazioni caratterizzate dall’instabilità socio-politica che ha successivamente  impedito all’apparato statale ogni visione strategica, con indebolimento delle istituzioni pubbliche e private, rafforzando infine la disuguaglianza e la vulnerabilità estrema: l'85% della popolazione detiene meno del 10% della ricchezza del paese e il 15% possiede più dell’85%.

Il terremoto del 12 gennaio 2010 non ha fatto che aggravare una situazione già disastrosa: ancora un milione di persone vivono nelle tendopoli mentre manca un qualunque coordinamento degli aiuti, ogni ONG fa ciò che crede meglio e dove crede sia necessario, e la ricostruzione che dovrebbe essere gestita da una commissione internazionale diretta da Bill Clinton e da rappresentanti di FMI, stati esteri, Banca Mondiale, non è ancora partita...

La situazione del paese è drammatica. Moltissime famiglie si trovano in condizioni disperate (disoccupazione o sottoccupazione, mancanza di alloggio stabile e cibo sempre più caro).

Dal 2011 al 2013 NOVA ha sostenuto una decina di bambini a rischio di abbandono accolti dalla Comunità “Enfants de Jesus” di Port-au-Prince. Si tratta di figli di ragazze madri o di famiglie con grosse problematiche socio-economiche. Il progetto ci ha permesso di sostenere le spese scolastiche garantendo anche un sostegno alimentare e sanitario.

Da novembre 2013 abbiamo avviato una nuova partnership con l’associazione AIHIP (Associazione Internazionale Haiti Integrity Project), che ha sede in Italia (Casalecchio di Reno) ed è stata costituita nel 2008 soprattutto da cittadini della diaspora haitiana e da persone originarie del paese ma residenti in Italia per ragioni di studio o lavoro.

Lo scopo principale di AIHIP è quello di “svolgere  attività di utilità socio-culturale e di promuovere attività di sviluppo a carattere di sostenibilità in favore del popolo haitiano”. Tra le varie iniziative che ha messo in campo dopo il terribile terremoto del12 gennaio 2010, vi è un progetto destinato alla sorveglianza sanitaria e un altro di sostegno a distanza nelle zone rurali del Comune di Petit-Desdunes e nel Comune di Bocozelle.

Il progetto di sostegno a distanza riguarda gli alunni più indigenti che frequentano la scuola « Foyer des Petits » del villaggio Petit Desdunes, un villaggio di 20.000 abitanti della regione dell’Artibonite di Haiti.

Un referente di AIHIP stabile nel villaggio si assicura che i bimbi frequentino regolarmente la scuola.  La scuola « Foyer des Petits » ha 5 classi, di cui due pre-scolari (scuola infanzia) e tre di primo ciclo fondamentale.  

Quota annuale per il sostegno: 264 € a bambino, versabili in una rata annuale o due rate semestrali di 132 € l’una

Relazioni periodiche da Haiti

Come si può immaginare in una situazione del genere, non è facile comunicare con Port-au-Prince e tanto meno con i villaggi all'interno dell'isola: spesso viene a mancare la corrente o il collegamento internet e telefonico con i nostri rappresentanti salta. Riusciamo in ogni modo a ricevere aggiornamenti sull’evoluzione del progetto e sull’andamento scolastico dei bambini sostenuti, grazie ai responsabili locali del progetto e alle coppie adottive che si recano in visita nei villaggi e portano materiale scolastico e vestiti.

Data di attivazione:  01/2012

Stato:  Attivo

Risultati ottenuti: 

L'associazione NOVA si è fatta carico di anticipare in Haiti la prima tranche del sostegno 2014-15 in modo di avere il tempo di cercare tutti e dieci i padrini: ad oggi ne sono stati trovati cinque.

Prossimi obbiettivi:  <p>Trovare 10 nuovi padrini entro giugno 2015. Ricevere le pagelle, nuove foto e notizie famigliari entro giugno-luglio 2015. Riuscire ad avviare uno scambio di foto/disegni con i bambini sostenuti.</p>

Responsabile:  Eleonora Scabbia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Parlo in nome delle madri che nei nostri Paesi impoveriti vedono i propri figli morire di malaria o di diarrea, senza sapere dei semplici mezzi che la scienza delle multinazionali non offre loro, preferendo investire nei laboratori cosmetici o nella chirurgia plastica a beneficio del capriccio di pochi uomini e donne il cui fascino è minacciato dagli eccessi di assunzione calorica nei loro pasti, così abbondanti e regolari da dare le vertigini a noi del Sahel...

(T. Sankara)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca