NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Bomboniere solidali 2019

Clicca qui per saperne di più 

I paesi in cui operiamo

Haiti

Sostegno a distanza dei bambini di Port au Prince

Haiti ha oggi circa 14 milioni di abitanti, di questi 10 milioni abitano stabilmente nel paese e sono per oltre il 50% giovani, sparsi su un'area di 27.750Km2, la maggior parte concentrati nelle baraccopoli prive di infrastrutture di base. Questo paese ha purtroppo conosciuto negli ultimi decenni profonde trasformazioni caratterizzate dall’instabilità socio-politica che ha successivamente  impedito all’apparato statale ogni visione strategica, con indebolimento delle istituzioni pubbliche e private, rafforzando infine la disuguaglianza e la vulnerabilità estrema: l'85% della popolazione detiene meno del 10% della ricchezza del paese e il 15% possiede più dell’85%.

Il terremoto del 12 gennaio 2010 non ha fatto che aggravare una situazione già disastrosa: ancora un milione di persone vivono nelle tendopoli mentre manca un qualunque coordinamento degli aiuti, ogni ONG fa ciò che crede meglio e dove crede sia necessario, e la ricostruzione che dovrebbe essere gestita da una commissione internazionale diretta da Bill Clinton e da rappresentanti di FMI, stati esteri, Banca Mondiale, non è ancora partita...

La situazione del paese è drammatica. Moltissime famiglie si trovano in condizioni disperate (disoccupazione o sottoccupazione, mancanza di alloggio stabile e cibo sempre più caro).

Dal 2011 al 2013 NOVA ha sostenuto una decina di bambini a rischio di abbandono accolti dalla Comunità “Enfants de Jesus” di Port-au-Prince. Si tratta di figli di ragazze madri o di famiglie con grosse problematiche socio-economiche. Il progetto ci ha permesso di sostenere le spese scolastiche garantendo anche un sostegno alimentare e sanitario.

Da novembre 2013 abbiamo avviato una nuova partnership con l’associazione AIHIP (Associazione Internazionale Haiti Integrity Project), che ha sede in Italia (Casalecchio di Reno) ed è stata costituita nel 2008 soprattutto da cittadini della diaspora haitiana e da persone originarie del paese ma residenti in Italia per ragioni di studio o lavoro.

Lo scopo principale di AIHIP è quello di “svolgere  attività di utilità socio-culturale e di promuovere attività di sviluppo a carattere di sostenibilità in favore del popolo haitiano”. Tra le varie iniziative che ha messo in campo dopo il terribile terremoto del12 gennaio 2010, vi è un progetto destinato alla sorveglianza sanitaria e un altro di sostegno a distanza nelle zone rurali del Comune di Petit-Desdunes e nel Comune di Bocozelle.

Il progetto di sostegno a distanza riguarda gli alunni più indigenti che frequentano la scuola « Foyer des Petits » del villaggio Petit Desdunes, un villaggio di 20.000 abitanti della regione dell’Artibonite di Haiti.

Un referente di AIHIP stabile nel villaggio si assicura che i bimbi frequentino regolarmente la scuola.  La scuola « Foyer des Petits » ha 5 classi, di cui due pre-scolari (scuola infanzia) e tre di primo ciclo fondamentale.  

Quota annuale per il sostegno: 264 € a bambino, versabili in una rata annuale o due rate semestrali di 132 € l’una

Relazioni periodiche da Haiti

Come si può immaginare in una situazione del genere, non è facile comunicare con Port-au-Prince e tanto meno con i villaggi all'interno dell'isola: spesso viene a mancare la corrente o il collegamento internet e telefonico con i nostri rappresentanti salta. Riusciamo in ogni modo a ricevere aggiornamenti sull’evoluzione del progetto e sull’andamento scolastico dei bambini sostenuti, grazie ai responsabili locali del progetto e alle coppie adottive che si recano in visita nei villaggi e portano materiale scolastico e vestiti.

Data di attivazione:  01/2012

Stato:  Attivo

Risultati ottenuti: 

L'associazione NOVA si è fatta carico di anticipare in Haiti la prima tranche del sostegno 2014-15 in modo di avere il tempo di cercare tutti e dieci i padrini: ad oggi ne sono stati trovati cinque.

Prossimi obbiettivi:  <p>Trovare 10 nuovi padrini entro giugno 2015. Ricevere le pagelle, nuove foto e notizie famigliari entro giugno-luglio 2015. Riuscire ad avviare uno scambio di foto/disegni con i bambini sostenuti.</p>

Responsabile:  Eleonora Scabbia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'educazione interculturale, pur attivando un processo di acculturazione, valorizza le diverse culture di appartenenza. Compito assai impegnativo, perchè la pur necessaria acculturazione non può essere ancorata a pregiudizi etnocentrici. I modelli della "cultura occidentale", ad esempio, non possono essere ritenuti come valori paradigmatici e perciò non debbono essere proposti agli alunni come fattori di conformizzazione.

(Ministero della Pubblica Istruzione, Circolare Ministeriale 205/90)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca