NOVA opera in piena collaborazione con International Adoption 

Incontri informativi

Cerca

(*) Cliccando le etichette visualizzate sopra, puoi selezionare le ultime notizie in base a quello che ti interessa.

Haiti

  • Assistenza Sanitaria per le popolazioni dell’Artibonite – HAITI

    Grazie alla collaborazione di International Adoption, SOS Bambino e Nova, anche quest’anno saranno garantite le attività del progetto di assistenza e informazione sanitaria rivolte alle popolazioni dei villaggi di Petites-Desdunes, Bocozelle e Bellanger nella regione dell’Artibonite in Haiti

     

    Grazie alla collaborazione di International Adoption, SOS Bambino e Nova, anche quest’anno saranno garantite le attività del progetto di assistenza e informazione sanitaria rivolte alle popolazioni dei villaggi di Petites-Desdunes, Bocozelle e Bellanger nella regione dell’Artibonite in Haiti. Grazie al contributo economico congiunto dei tre enti italiani sarà possibile provvedere all’acquisto di farmaci, presidi medicali, al pagamento dello staff medico e degli informatori sanitari. Oltre 50.000 persone potranno contare gratuitamente su prestazioni sanitarie e terapie, analisi di laboratorio e su un’azione di formazione/informazione sui maggiori rischi sanitari da malattie trasmissibili , educazione sessuale e in materia di igiene personale.

    Il partner locale AIHIP (Associazione Internazionale Haiti Integrity Project ), nella persona del presidente Zacharie Antoine, coordinerà in loco le varie fasi del progetto. Un numero di 20 volontari svolgeranno attività gratuita di sostegno delle attività ordinarie del progetto (segreteria, accoglienza negli ambulatori, accompagnamento dei pazienti) e di informazione – previa formazione specifica da parte del medico coordinatore - in materia di igiene e prevenzione.

    Sarà compito dei volontari Nova l’azione di monitoraggio e l’elaborazione di rendiconti contabili e narrativi.

  • Leggi tutto...


  • Bambine di strada

    Haiti, isola dei Caraibi, primeggia nel mondo per la sua percentuale di analfabetismo e mortalità infantile.

    La F.A.O. l’ha definito “il paese più povero del mondo” (Roma, 1996).

    Haiti ha l’indipendenza da 200 anni, ottenuta ribellandosi alla colonizzazione francese di Napoleone Bonaparte; diventa la prima Repubblica nera del Mondo, ma è tenuta in disparte dalle grandi potenze. La sua situazione politica è peraltro molto instabile. 

    Strade rotte, montagne di immondizia non raccolta, costruzioni abusive e disumane (le bidonvilles) costituiscono un panorama frequente nell’isola.

    Il NOVA, in collegamento con Suor Anna D’Angela missionaria Salesiana in Haiti da oltre 40 anni, sostiene con il Progetto "Bambine di strada" il recupero fisico dalla strada e psichico di bambine di età compresa tra i 5 e gli 11 anni.

    Data di attivazione:  01/2004

    Stato:  Concluso

    Responsabile:  Venezia

  • Leggi tutto...


  • Intervento di emergenza e post-emergenza per la protezione dei bambini di Haiti

    Nella notte del 12 gennaio, un terremoto del 7° grado della scala Richter fa tremare Haiti, l’epicentro è a 15 km dalla capitale, Port-au-Prince, le conseguenze sono devastanti: la maggior parte degli edifici sono colpiti, comprese alcune strutture delle Nazioni Unite, il palazzo presidenziale, la Cattedrale, 3 ospedali che rimangono inagibili. Inoltre, sono colpite fortemente anche le città di più piccole dimensione prossime all’epicentro come Leogane, Grand Goave e Petit Goave. Le stime parlano di 200.000 morti, ma le vittime reali potrebbero aumentare fino a 500.000 considerando una popolazione nella capitale di oltre 2 milione di abitanti.

    Data di attivazione:  04/2010

    Stato:  Concluso

    Responsabile:  massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Leggi tutto...


  • Sostegno a distanza dei bambini di Port au Prince

    Sostegno a distanza dei bambini di Port au Prince

    Haiti ha oggi circa 14 milioni di abitanti, di questi 10 milioni abitano stabilmente nel paese e sono per oltre il 50% giovani, sparsi su un'area di 27.750Km2, la maggior parte concentrati nelle baraccopoli prive di infrastrutture di base. Questo paese ha purtroppo conosciuto negli ultimi decenni profonde trasformazioni caratterizzate dall’instabilità socio-politica che ha successivamente  impedito all’apparato statale ogni visione strategica, con indebolimento delle istituzioni pubbliche e private, rafforzando infine la disuguaglianza e la vulnerabilità estrema: l'85% della popolazione detiene meno del 10% della ricchezza del paese e il 15% possiede più dell’85%.

    Data di attivazione:  01/2012

    Stato:  Attivo

    Responsabile:  Eleonora Scabbia - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Leggi tutto...


  • Un centro clinico per i villaggi di Petit-Desdunes e Bocozelle

    NOVA finanzia le attività di AIHIP, associazione di haitiani residenti in Italia, che tra le altre cose sviluppa un progetto nei villaggi rurali di Petit-Desdunes e Bocozelle.

    Gli enormi problemi sanitari di Petites-Desdunes, che dopo il sisma del 2010 e l’epidemia di colera del 2012 si sono manifestati in tutta la loro drammatica gravità, derivano da tre elementi fondamentali:

    A-Stile di vita

    Gran parte delle famiglie di Petites-Desdunes e Bocozellle devono affrontare problemi socio-economici. I genitori si rassegnano a lasciare i bambini nelle strade, privi di alcuna nozione di educazione sanitaria e sessuale: ne consegue una crescente incidenza delle malattie sessualmente trasmissibili (HIV, sifilide, epatite B, ecc .. ) e anche di gravidanze indesiderate e precoci.

    Data di attivazione:  05/2014

    Stato:  Attivo

    Responsabile:  massimo vaggi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Leggi tutto...


  • Emergenza Haiti. In un mese raccolti 45.000 euro. Grazie a tutti, continuate a donare

    Un sincero grazie a tutti coloro che hanno voluto aiutarci nella raccolta fondi in favore della popolazione haitiana colpita dall’uragano Matthew.

    In poche settimane sono stati donati  oltre 27.000,00 euro,  e siamo certi che  altri donatori si aggiungeranno.

    Insieme ai fondi stanziati dalla Tavola Valdese a sostegno delle nostre iniziative, raggiungiamo un importo di circa 45.000,00 euro, che ci hanno permesso di procedere immediatamente, quando ancora in Haiti il vaccino era introvabile, alla spedizione dall’Italia delle dosi necessarie e alla conseguente vaccinazione di circa 500 minori residenti in alcuni istituti della capitale e del sud del paese, nonché di portare loro un primo indispensabile sostegno in medicinali, generi alimentari, acqua potabile, kit igienizzanti.

    Nei prossimi giorni metteremo a disposizione delle autorità Haitiane ulteriori dosi di vaccino da destinare ad altri istituti, distribuiremo generi di prima necessità e contribuiremo alla ricostruzione degli edifici degli istituti più fortemente lesionati. Affinché i bambini, in attesa di una famiglia, abbiano almeno un tetto.

     

    Per effettuare una donazione con causale “Emergenza Haiti”

    • c/c bancario n. 119994 intestato a NOVA PROGETTI E SOSTEGNI, presso Banca Popolare Etica scarl - Filiale di Firenze - Via dell’Agnolo, 73 – IBAN IT 29 O 05018 02800 000011199940

    • c/c postale n. 23500101 intestato a NOVA SOLIDARIETA’ - Via Tiziano Lanza, 31 - 10095 Grugliasco (TO) - IBAN IT 90 Z 07601 01000 000023500101

    • PayPal direttamente dal sito Nova www.associazionenova.org

  • Leggi tutto...


  • Nuova emergenza ad Haiti. Appello ai Soci

    Carissimi,

    Lunedì 3 e martedì 4 ottobre, il passaggio sul territorio haitiano dell’uragano Matthew, il più forte a colpire i Caraibi dal 2007, ha messo di nuovo in ginocchio un paese già fragile e spesso vittima di disastri naturali come il terribile e recente terremoto del 12 gennaio 2010.

    L’uragano, con raffiche di vento che hanno raggiunto anche i 230 Km orari e le piogge torrenziali, ha provocato più di 1000 morti (bilancio ancora provvisorio) oltre a ingenti perdite di bestiame  e raccolti, ha scoperchiato e distrutto case e tendopoli, soprattutto negli slum ma anche nei quartieri residenziali, ha divelto alberi, portato via ponti, distrutto la rete idrica e fognaria, reso impraticabili diverse vie di comunicazione, tanto che il sud-ovest del paese è raggiungibile via terra dalla capitale attraverso una sola strada, disagevole e pericolosa, riaperta ieri 8.10 dopo giorni di totale isolamento.

    NOVA realizza adozioni in Haiti, e da anni sviluppa nel paese progetti di cooperazione e solidarietà, così che abbiamo una ragione ulteriore per essere profondamente legati a quel paese e alla sua popolazione.

    Ogni giorno siamo in contatto con i nostri collaboratori in loco, con i direttori degli istituti nei quali abbiamo portato a termine o sono in corso delle procedure adottive. Ci hanno rassicurato sul fatto che i bambini e il personale stanno bene e che hanno scorte alimentari e medicinali sufficienti per una settimana circa. Tuttavia una creche – Des Anges de Chantal – situata in una delle zone più colpite, ha avuto ingenti danni alla struttura: il tetto è stato parzialmente scoperchiato, il che costringe i bambini a vivere stipati in un solo locale.

    Certo è che l’emergenza potrebbe durare ancora settimane o mesi, e che i rischi di epidemie sono altissimi. Nonostante il dispiegamento di aiuti internazionali già dalle prime ore (Unicef, PAM, USA e Unione Europea ecc), è indispensabile far arrivare immediatamente il nostro sostegno per acquistare acqua potabile, cibo, medicinali, kit igienizzanti, utili prevenire la diffusione e curare colera e tifo, che a seguito della tracimazione delle fogne e degli allagamenti, saranno sicuramente le emergenze sanitarie delle prossime settimane.

    Abbiamo già inviato il primo sostegno, con il quale il nostro rappresentante acquisterà acqua potabile, cibo e kit igienizzanti, consegnandoli direttamente agli istituti interessati, con il tempo selezionati tra quelli che offrono garanzie assolute di correttezza e trasparenza. In altre parole, siamo certi che i nostri aiuti arriveranno ai beneficiari. Intendiamo proseguire nel sostegno, estendendolo a partire dalla prossima settimana all’acquisto del materiale indispensabile per la ricostruzione del tetto distrutto della Creche des Anges e – se sarà il caso – dei vaccini contro il colera. Siamo in contatto con una pediatra di Port-Au-Prince che ha garantito il suo aiuto per monitorare la situazione dei bambini dal punto di vista sanitario. Senza voler dimenticare il resto del paese e della popolazione, per aiutare la quale i nostri sforzi saranno costanti, siamo costretti a concentrare le nostre energie su alcuni situazioni, affinché l’intervento sia efficace e utile.

    Già in altre occasioni la platea dei soci NOVA ha dimostrato grande capacità di solidarietà, alla quale vogliamo rispondere con l’impegno massimo in favore della popolazione colpita. Invitiamo tutti a partecipare – e far partecipare amici, parenti, conoscenti - a una raccolta fondi di emergenza per i prossimi bisogni in Haiti.

    Per effettuare una donazione:

    c/c bancario n. 119994 intestato a NOVA PROGETTI E SOSTEGNI, presso Banca Popolare Etica scarl - Filiale di Firenze - Via dell’Agnolo, 73 – IBAN IT 29 O 05018 02800 000011199940

    c/c postale n. 23500101 intestato a NOVA SOLIDARIETA’ - Via Tiziano Lanza, 31 - 10095 Grugliasco (TO) - IBAN IT 90 Z 07601 01000 000023500101

    PayPal direttamente dal sito Nova www.associazionenova.org

    in tutti i casi inserendo come causale “Emergenza Haiti”.

    Grazie a tutti

    Massimo Vaggi - Presidente NOVA

  • Leggi tutto...


  • Nuova emergenza ad Haiti dopo il passaggio dell'Uragano Matthew

    Il passaggio dell’Uragano Matthew,  lunedì 3 e martedì 4 ottobre, il più forte a colpire i Caraibi dal 2007, ha messo di nuovo in ginocchio un paese già fragile e spesso vittima di disastri naturali come il terribile e recente terremoto del  12 gennaio 2010.

    Ogni giorno siamo in contatto con i nostri collaboratori, con i direttori degli istituti nei quali abbiamo portato a termine o sono in corso delle procedure adottive e ci hanno rassicurato che i bambini e il personale stanno bene, che non hanno subito  danni gravi alle strutture, che hanno scorte alimentari e medicinali sufficienti per il momento.

    L’uragano,  con piogge torrenziali e raffiche di vento che hanno raggiunto anche i 230 Km orari, ha provocato più di 800 morti (bilancio ancora provvisorio) oltre a ingenti perdite di bestiame  e raccolti.  Scoperchiate e distrutte case e tendopoli, soprattutto negli slum ma anche nei quartieri più residenziali. L’uragano ha divelto e spogliato alberi, portato via ponti e reso impraticabili diverse vie di comunicazione, tanto che il sud-ovest del paese ad oggi non è ancora raggiungibile via terra dalla capitale.

    L’emergenza potrebbe durare ancora settimane e nonostante il dispiegamento di aiuti internazionali già dalle prime ore (Unicef, PAM, USA e Unione Europea ecc), potrebbe essere importante far arrivare anche il nostro sostegno per acquistare cibo, acqua, medicinali, prevenire la diffusione  e curare colera e tifo, che a seguito della tracimazione delle fogne e gli allagamenti, saranno sicuramente le emergenze delle prossime settimane.

    Per questo invitiamo tutti a partecipare a una raccolta fondi di emergenza per i prossimi bisogni in Haiti e che ci impegniamo a utilizzare nel paese al più presto, appena sarà possibile raggiungere le zone più colpite e portare ciò di cui c’è bisogno.

    Per effettuare una donazione:

    c/c bancario n. 119994 intestato a NOVA PROGETTI E SOSTEGNI, presso Banca Popolare Etica scarl - Filiale di Firenze - Via dell’Agnolo, 73 – IBAN IT 29 O 05018 02800 000011199940

    c/c postale n. 23500101 intestato a NOVA SOLIDARIETA’ - Via Tiziano Lanza, 31 - 10095 Grugliasco (TO) - IBAN IT 90 Z 07601 01000 000023500101

    PayPal direttamente dal sito Nova www.associazionenova.org 

    in tutti i casi inserendo come causale “Emergenza Haiti”.

  • Leggi tutto...


  • Progetti NOVA - Assistenza ed educazione sanitaria nel villaggio Petite-Desdunes, Haiti

    Il 12 gennaio 2010 un disastroso terremoto ha colpito Haiti e le precarie condizioni degli Haitiani sono peggiorate; evidentemente i giovani e i bambini che rappresentano il 70% della popolazione sono state le categorie maggiormente colpite.

    Il disastro, oltre ai gravi danni materiali, ha avuto un impatto significativo a livello sociale, e i giovani hanno visto svanire le loro speranze per il futuro nel raggiungimento dei progetti e desideri sperati.

    Un’indagine accurata del territorio ha consentito di individuare le località di Petites Desdunes e Bocozzelle come zone per l’attivazione di un progetto pilota al fine di sostenere le famiglie in povertà da molti anni senza alcuna prospettiva. Gran parte delle famiglie devono affrontare serissimi problemi economici, e la maggior parte dei bambini e degli adolescenti è lasciata per strada, senza alcuna nozione di educazione sanitaria e sessuale; di conseguenza le malattie a trasmissione sessuale e le gravidanze precoci sono in contino aumento. Non esiste un sistema idrico e fognario, e le persone sono costrette ad attingere acqua dal fiume, cosa che provoca l’insorgenza di malattie gastroenteriche ed infezioni di vario tipo.

    La carenza di un sistema fognario crea inoltre il proliferare di animali quali roditori, topi, mosche e insetti che trasmettono malattie. Nel periodo delle piogge queste malattie aumentano e molte persone perdono la vita.

    La situazione ambientale a Petites Desdunes e Bocozzelle è dunque veramente critica, ma aiutando la popolazione a modificare le proprie abitudini potrebbero esserci notevoli e rapidi miglioramenti.

    Non vi sono infine strutture sanitarie di controllo e primo intervento, e in caso di necessità si è costretti a spostarsi a piedi facendo lunghi trasferimenti verso paesi vicini.

    Obiettivi del Progetto

    - realizzare due ambulatori medico-infermieristici nei villaggi di Petit-Desdunes e Bocozelle;

    - migliorare lo stato di salute della popolazione dei villaggi di Petit-Desdunes e Bocozelle;

    - migliorare la formazione del personale medico e infermieristico addetto agli ambulatori;

    - contribuire a sviluppare nella popolazione adeguata educazione sanitaria;

    - fornire strumenti di conoscenza e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e delle gravidanze precoci.

    Come puoi aiutarci

    Grazie al tuo aiuto potremo continuare a dare una speranza a questi bambini ed alle loro famiglie.  Ogni progetto possiede una scheda di dettaglio, una tempistica e un costo. Puoi decidere di sostenere un progetto versando la tua quota, per un periodo di tempo limitato o decidere si farlo modo regolare e continuativo. Ogni contributo di qualsiasi entità per noi è sempre fondamentale!

    Almeno una volta all'anno i nostri volontari visitano personalmente i soggetti coinvolti nei progetti, in modo da controllare la situazione, vedere se ci sono stati miglioramenti o meno, e in base a questo sarà possibile far avere aggiornamenti che verranno pubblicati anche sul nostro sito, in modo che si possa controllare anche on line come procede il tuo progetto.

    I versamenti vanno effettuati su:

    c\c n°19994 presso Banca Etica SCARL Filiale di Firenze, via dell’Agnolo 73,

    IBAN IT 29 O 05018 02800 000011199940

    intestato a: Associazione NOVA ONLUS via T. Lanza 31, 10095 Grugliasco

    Per maggiori informazioni il Progetto è in allegato

  • Leggi tutto...


  • Rinnovata l'autorizzazione ad operare ad Haiti

    L'IBESR,lo scorso 23 settembre, ha rinnovato al NOVA, per i prossimi 2 anni, l'autorizzazione a lavorare in Haiti per le adozioni internazionali.

    l’IBESR ha autorizzato 55 enti stranieri (contro i 52 di due anni fa) a lavorare nel paese fino a settembre 2018. L’Italia ha visto riaccreditati sette enti su otto.

    Il prossimo 9 ottobre si ripeteranno le elezioni presidenziali precedentemente annullate per brogli.

  • Leggi tutto...


  • Haiti, Elezioni sospese

    Niente elezioni ad Haiti. Il secondo turno delle presidenziali, inizialmente previsto per il 27 dicembre, è stato nuovamente sospeso: «per motivi di sicurezza», ha detto il presidente del Consiglio elettorale provvisorio, Pierre-Louis Opont. Da giorni, una parte dell’opposizione al governo di Michel Martelly, organizza violente proteste di piazza e minaccia di impedire lo svolgimento della consultazione per timore che i risultati delle urne vengano manipolati a favore di Jovenel Moise, candidato governativo destinato a succedere all’attuale presidente.

    Il principale candidato di opposizione, Jude Celestin, ha rifiutato di sottoscrivere un accordo per fissare una nuova data per le elezioni. Ha annunciato di volersi ritirare dalla competizione, anche se non ha formalizzato la rinuncia davanti al Consiglio elettorale. L’opposizione afferma che il governo non ha fatto abbastanza per combattere le frodi intervenute durante il primo turno del 25 ottobre 2015. Celestin è risultato il candidato più votato dopo Moise, su 54 concorrenti. I nuovi senatori hanno votato all’unanimità per un rinvio delle consultazioni. Un appello appoggiato anche dalla chiesa cattolica e da diversi gruppi imprenditoriali.

    Martelly aveva annunciato la formazione di una commissione composta da cinque personalità per valutare il processo elettorale, ma l’alleanza di opposizione chiede una revisione indipendente del voto di ottobre, e lamenta di essere stata penalizzata. Per questo, le proteste di piazza hanno preso di mira l’edificio del Consiglio elettorale provvisorio nella capitale Port– au-Prince.

  • Leggi tutto...


  • Haiti - Conclusa in agosto la prima adozione con la nuova normativa

    La prima coppia NOVA ad avere ricevuto una proposta di abbinamento in Haiti sulla base della nuova legge in materia di adozioni emanata dal paese nel 2013,  ha effettuato il primo viaggio a novembre dello scorso anno per familiarizzare con il minore proposto in adozione dall’IBESR, una splendida bimba di circa 3 anni.

    A procedura conclusa, la coppia adottiva è partita di nuovo per Port-au-Prince in agosto per andare a prendere la bambina e portarla con sè in Italia.

    Il secondo viaggio è durato come previsto solo alcuni giorni.

  • Leggi tutto...


  • Haiti - La Fondazione Nidoli sostiene il progetto "ambulatori medici nei villaggi di Petites-Desdunes e Bocozelle"

    Il Cda della Fondazione Patrizia Nidoli Onlus ha deliberato il sostegno insieme a NOVA del progetto di AIHP (associazione di haitiani in Italia) per la costruzione di ambulatori medici nei villaggi di Petites-Desdunes e Bocozelle con un contributo di € 5.000.

    L'associazione Nova ringrazia la Fondazione Nidoli per il sostegno ricevuto

  • Leggi tutto...


  • Medicinali per un ambulatorio medico ad Haiti

    Un ambulatorio medico per i villaggi di Petites Desdunes e Bocozelle, Haiti. E’ il progetto NOVA, che prevede l’allestimento sanitario dell’ambulatorio, a cui la Marchesini Group, leader  nel settore delle macchine automatiche, contribuisce finanziando, per un anno, l’acquisto di medicinali.

    L’ambulatorio, gestito dall’associazione  AIHIP (Associazione Internazionale Haiti Integrity Project), offre consulenza e cure gratuite alle circa 25.000 persone che vivono nei villaggi di Petites Desdunes e Bocozelle, zone molto povere, con gravi problemi igienico sanitarie (senza acqua potabile e in presenza di malattie endemiche) e  prive di strutture sanitarie.

    Il progetto, attivo da novembre del 2014, attualmente occupa due medici e quattro infermieri, oltre ai volontari AIHIP.

    Dal 2014 il NOVA è ritornato ad operare ad Haiti sia nel campo della cooperazione sia in quello delle adozioni internazionali.

  • Leggi tutto...


  • Haiti – Rinnovata l’autorizzazione di NOVA ad operare nel paese

    L’autorità centrale di Haiti – IBESR - ha reso nota infatti il 18 dicembre la lista degli enti stranieri autorizzati ad operare nel paese per i prossimi due anni,  più precisamente da ottobre 2014 a settembre 2016.

    NOVA ha ricevuto conferma del rinnovo dell'autorizzazione e sottoscriverà un nuovo protocollo di collaborazione con l'IBESR a gennaio 2015.

    Viene inoltre confermata la possibilità di depositare ogni mese un dossier di una coppia adottiva, più cinque dossier l’anno per le richieste di adozione di bambini con bisogni speciali, fratrie o bimbi  grandi.

    La conferma del rinnovo dell’autorizzazione ad operare nel paese arriva in un momento molto importante per NOVA che ha già ricevuto due proposte di abbinamento secondo la nuova procedura. 

  • Leggi tutto...


  • Primo abbinamento per il NOVA da Haiti

    Primo abbinamento Nova ad Haiti

    Da quando in Haiti è entrata in vigore la nuova legge sulle adozioni il 29 agosto 2013 e dal deposito dei primi nostri dossier di coppie adottive a marzo scorso, l’IBESR – Istituto del Benessere sociale e delle Ricerche (autorità centrale in materia di adozioni) ci ha comunicato ufficialmente il 3 novembre il primo abbinamento per una coppia NOVA.

    Sulla base della nuova procedura, gli aspiranti genitori adottivi partiranno fra qualche settimana per il primo viaggio nel paese: è previsto infatti un periodo di socializzazione e conoscenza di circa 15 giorni con il  minore proposto in adozione. Gli assistenti sociali dell’autorità centrale valuteranno la socializzazione tra coppia e minore e sulla base di questo rapporto, l’autorità centrale darà l’autorizzazione a proseguire.

    Si tratta veramente di una bella notizia, per NOVA e per gli altri due enti con i quali abbiamo sottoscritto nel 2011 un’Intesa per le adozioni internazionali e la cooperazione in Haiti (AiBi – Amici dei Bambini e Fondazione Patrizia Nidoli onlus).

    Un grazie particolare anche al nostro  rappresentante  in Haiti, Zacharie Antoine.

  • Leggi tutto...


  • HAITI: depositato il primo dossier

    Mercoledì 19 marzo è stato depositato all'IBESR (Istituto del Benessere sociale e delle ricerche), autorità centrale in materia di adozioni internazionali, il primo dossier di una coppia adottiva NOVA. Riprende quindi a tutti gli effetti l'operatività dell'ente nel paese in seguito al nuovo accreditamento rilasciato dall'autorità locale il 21 gennaio 2013 e alla pubblicazione nel giornale ufficiale di Haiti della nuova legge sulle adozioni il 15 novembre scorso.

    In base alle procedure amministrative per ora in vigore e alle quote stabilite dall'IBESR, NOVA potrà depositare ogni mese un nuovo dossier.

  • Leggi tutto...


  • Haiti: NOVA accreditati

    NOVA, assieme ad Ai.Bi., Fondazione Nidoli, Senza Frontiere, Lo Scoiattolo, SOS Bambino, Naaa, Enzo B, è stato accreditato dall’Ibesr ad operare nella Repubblica di Haiti.

    L’effettivo avvio delle attività avverrà solamente nel momento in cui si concluderà l’iter della nuova legge haitiana volta ad introdurre l’adozione plenaria, requisito fondamentale per poter procedere alle adozioni.

    Ci auguriamo che i tempi parlamentari siano brevi per poter ritornare in Haiti.

    Un doveroso ringraziamento va rivolto alla CAI soprattutto nella persona della sua Vicepresidente Dott.ssa Bacchetta per l’attività di sostegno e valorizzazione delle Associazioni Italiane nei confronti dell’Autorità Centrale haitiana.

    Nova e' presente ad Haiti in intesa con l'associazione Ai.Bi. e la Fondazione Nidoli.

  • Leggi tutto...


  • Haiti: le Adozioni Internazionali possono ripartire. Approvata la nuova legge sulle adozioni

    Il 29 agosto il Parlamento haitiano ha approvato, all’unanimità, la nuova Legge sulle Adozioni  che recepisce la Convenzione dell’Aja ratificata da Haiti nel giugno 2012.

    La Legge si presenta come una misura  a rinforzo della tutela dell’infanzia haitiana, introduce per la prima volta l’adozione plenaria nell’ordinamento dello Stato, conferma il ruolo dell’IBESR (Istituto per il Benessere Sociale e la Ricerca) quale autorità centrale per l’adozione.

    La legge stabilisce le norme per il procedimento adottivo, individuando anche i possibili reati e le sanzioni previste, riconoscendo il fondamento dell’adozione nell’interesse primario dell’infanzia e del rispetto dei suoi diritti fondamentali.

    NOVA, da molti anni presente ad Haiti, ha stabilito un’intesa insieme a AIBI e Fondazione Nidoli per riprendere la sua operatività sospesa dopo il terremoto del 2010.

    Ulteriori informazioni sui criteri necessari per le coppie che si candidano all'adozione ad Haiti saranno rese al più presto disponibili all’interno dei momenti informativi previsti nelle sedi dell’associazione.

  • Leggi tutto...


  • Un altro passo verso la ripresa delle adozioni internazionali in Haiti

    Il 10 maggio scorso è stato approvato anche dal Senato di Haiti il tanto atteso testo di legge sull’adozione, già approvato dalla Camera dei Deputati nel 2010, che prevede l’introduzione dell’adozione plenaria (legittimante) e che adegua la legislazione haitiana alla Convenzione dell’Aja, ratificata da Haiti l’11 giugno 2012.

    Dato che il Senato ha apportato delle modifiche al testo, per concludere il suo iter, il progetto di legge dovrà essere riapprovato dalla Camera dei Deputati, tuttavia si avvicina in questo modo la possibilità anche per l’Italia di riprendere le adozioni internazionali in Haiti.

    Intanto l’autorità centrale haitiana, l’IBESR, ha assegnato a ogni paese di accoglienza una quota di dossier di coppie adottive da poter depositare durante il primo anno di operatività. L’Italia potrà depositare 110 dossier in totale, uno al mese per ogni ente autorizzato nel paese. Siamo ancora in attesa di conoscere tempistiche e modalità delle nuove procedure.

    Auspichiamo quindi che NOVA, che lavora nel paese in Intesa con Fondazione Nidoli e Aibi, e gli altri enti italiani autorizzati in Haiti, possano presto avviare le prime procedure di adozione internazionale in un quadro legislativo decisamente più tutelante per i minori in stato di abbandono e in stretta collaborazione con la Commissione per le Adozioni Internazionali che, nella persona della Vicepresidente Daniela Bacchetta, ha supportato il nostro delicato impegno in Haiti in questa prima fase di avvio.

  • Leggi tutto...


Vivere una sola vita
in una sola città
in un solo paese
in un solo universo
vivere in un solo mondo
è prigione

Conoscere una sola lingua
un solo lavoro
un solo costume
una sola logica
è prigione

(Ndjock Ngana Yogo, Vivere una sola vita)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca