Incontri informativi

Cerca

(*) Cliccando le etichette visualizzate sopra, puoi selezionare le ultime notizie in base a quello che ti interessa.

Sede di Bologna

  • IL VIAGGIO CONTINUA…

    Progetto di sostegno alle famiglie e ai ragazzi adottati

    NOVA, nelle sue attività in tema di adozione internazionale, ha cercato nel tempo di interpretare e rispondere ai bisogni delle famiglie adottive promuovendo iniziative che accogliessero le urgenze emerse. In particolare, da più parti si è colta l’esigenza di un sostegno nel post adozione, per affrontare le domande che ci pongono i nostri figli ed avviare un percorso di condivisione, tra genitori, delle difficoltà che si possono incontrare.

    Per questo, insieme agli enti del coordinamento “Oltre l'Adozione” (OLA)*, cui NOVA aderisce, è stata creata una rete di servizi di accompagnamento e sostegno nel post-adozione per le coppie e i ragazzi, offrendo in questo modo un servizio qualificato rivolto a tutte le famiglie adottive che sentono la necessità di un supporto. 

    Il progetto "Il viaggio continua..." mette in comune le iniziative promosse dai vari enti e ne realizza di nuove, offrendo una ricchezza ed una capillarità di interventi che consentano ad ognuno di trovare il proprio percorso... perché crediamo che condividere le nostre esperienze sia il modo migliore per viverle!

     

     

    Gli Enti che aderiscono al progetto si impegnano a contenere i costi del servizio entro il limite di € 45/ora per un massimo di 10 incontri per colloqui di sostegno e accompagnamento individuale/familiare sia per genitori che per figli adottivi. Per i percorsi di gruppo per genitori adottivi, guidati da professionista esperto, il costo massimo sarà di € 30/incontro (per le coppie che hanno adottato con enti OLA) e di € 35/incontro (per le coppie che hanno adottato con enti non OLA). I costi dei percorsi per ragazzi adottati, guidati da professionista esperto, saranno gratuiti.

    Per informazioni ed adesioni ci si può rivolgere alla sede NOVA di riferimento o scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     *Il Coordinamento "Oltre l'Adozione" (OLA) è costituito da un gruppo di Enti Autorizzati che hanno il comune intento di promuovere una cultura dell’adozione internazionale rispettosa del principio di sussidiarietà indicato nella Convenzione de L’Aja.  OLA vuole inoltre essere un punto di riferimento anche nei confronti delle istituzioni italiane ed estere, del mondo della comunicazione e delle varie componenti della società civile.

    Il calendario indica le singole iniziative degli enti aderenti a OLA nei prossimi mesi 

  • Leggi tutto...


  • Sede di Bologna - Incontri informativi 2021

    Gli incontri, gratuiti, sono dedicati alle coppie che hanno avviato il percorso adottivo, sono in possesso del decreto di idoneità o in attesa del decreto stesso.

    Durante gli incontri vengono fornite alla coppia informazioni circa le caratteristiche di Nova ed International Adoption, i principi, le procedure, le prospettive di adozione, la legislazione vigente in materia ed una panoramica dei paesi in cui è possibile adottare.

    Per le coppie, che dispongono già del decreto e desiderano un approfondimento individuale, è sufficiente inviare alla sede copia della relazione e decreto di idoneità. In questo modo si verrà ricontattati per un incontro specifico. 

     

    Dove si svolgono:  presso la sede NOVA, in Via Scipione Dal Ferro 16 a Bologna

     

    Come prenotarsi:  è necessario contattare la sede tramite e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

     

    Quando

    • Luglio:          Sabato 17/07 ore 15:00
    • Agosto:                       ------
    • Settembre:   Sabato 18/09 ore 15:00
    • Ottobre:        Sabato 16/10 ore 15:00
    • Novembre:   Sabato 13/11 ore 15:00
    • Dicembre:    Sabato 11/12 ore 15:00  

     

  • Leggi tutto...


  • Promozione dello sviluppo rurale comunitario attraverso l'educazione

    ALTRE INFORMAZIONI

    Il progetto è sviluppato in collaborazione con CIAI, Centro Italiano Aiuti all'Infanzia, ed è parte di un intervento più ampio e articolato. Nel 2019 ha ricevuto un finanziamento da parte della Regione Emilia Romagna. 

     

    Responsabile del progetto in Italia: Gianfranco De Carolis, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

  • Leggi tutto...


  • L’Emilia Romagna promuove la cultura dell'adozione e il sostegno alle famiglie dopo l'arrivo di un bambino

    Siglato un protocollo tra Regione e Tribunale per i minorenni, ANCI, Ufficio Scolastico Regionale, Enti autorizzati alle adozioni internazionali, associazione di Famiglie adottive.

    Il NOVA tra i firmatari.

    Migliorare la preparazione dei coniugi aspiranti all’adozione prima che accedano all’indagine psicosociale, accuratezza delle indagini per la valutazione della loro idoneità, sostegno alle famiglie da parte di operatori esperti  dopo l’arrivo dei bambini, nella fase di post-adozione.

    Questo in sintesi il contenuto del protocollo d’intesa sottoscritto, martedì 28 giugno, a Bologna, tra tutti i maggiori soggetti coinvolti nel percorso di adozione, Regione Emilia Romagna, Tribunale per i minorenni di Bologna, ANCI, Ufficio scolastico regionale, Enti autorizzati alle adozioni internazionali e dalle Associazioni di famiglie adottive.

    “Un giorno di festa oggi per le famiglie adottive e per tutti gli aspiranti genitori adottivi – ha sottolineato la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Elisabetta Gualmini,  all’atto della firma del protocollo - Con la firma così ampia e inclusiva del nuovo Protocollo regionale sulle adozioni,  la Regione Emilia Romagna fa un altro passo in avanti per promuovere la cultura dell'adozione e  il sostegno ai genitori sia nella fase preadottiva che, soprattutto, in quella successiva all'arrivo del minore in famiglia. Ringrazio di cuore – ha aggiunto la vicepresidente - il garante dell'Infanzia prof. Fadiga, il presidente Spadaro, il provveditore regionale e tutti gli enti che hanno firmato per la collaborazione a una delle più belle sfide che la Regione Emilia-Romagna possa affrontare : fare sì che i diritti dei bambini e delle bambine siano sempre e comunque al primo posto.”

    Si tratta del terzo protocollo in materia di adozione, dopo un primo siglato nel 2002 e un secondo nel 2014, che meglio determina i ruoli e le funzioni dei vari attori chiamati in causa nel percorso di adozione e  allarga la platea  dei firmatari al Tribunale per i minorenni,  all’ Ufficio scolastico regionale e alle associazioni di famiglie adottive.  

    I principali punti qualificanti del nuovo protocollo

    Potenziamento della collaborazione tra i vari attori coinvolti (famiglie, scuola, servizi, Tribunale per i minorenni, enti autorizzati alle adozioni internazionali), valorizzando il lavoro di rete tra i diversi soggetti che svolgono un ruolo in materia di adozione; 

    L’impegno della Regione nell’attività di coordinamento del tavolo tecnico sull’adozione quale luogo di confronto tra pubblico e privato sociale finalizzato al benessere delle famiglie e dei bambini

    Dati sull’adozione in Emilia-Romagna

    In Emilia - Romagna il percorso che porterà gli aspiranti genitori adottivi ad accogliere un bambino in stato di adottabilità, consiste in un primo accesso informativo, un corso di preparazione all’adozione gratuito rivolto agli aspiranti genitori, una  indagine psico-sociale, a cui seguirà la  presentazione delle disponibilità all’adozione presso il Tribunale per i minorenni . 

    Secondo gli ultimi dati disponibili  (fonte Sistema informativo regionale - 2014) sono 408 i coniugi che si  sono rivolti ai servizi per intraprendere il percorso adottivo, 354 le indagini psico-sociali intraprese dalle equipe Adozioni formate da un'assistente sociale e da uno psicologo. Nello stesso anno di riferimento, gli interventi di accompagnamento post-adottivo avviati dai servizi a favore di neocostituite famiglie adottive residenti in Regione sono stati 157, di cui circa 100 per adozione internazionale.  

    I bambini adottati da altri Paesi provengono per la maggior parte dall’Europa dell’est (soprattutto dalla Federazione Russa 43 %),  seguono i bambini nati in America meridionale per un 25 % (nati soprattutto in Colombia). Dall’Africa, in particolare Etiopia arrivano il 18% circa dei bambini, e il 14 % dall’Asia (soprattutto dalla Cina e dall’India). La categoria di età più rappresentata  dei bambini è quella compresi nell’età scolare dai 6 ai 10 anni. Il 90% delle famiglie può contare su almeno un anno di sostegno post-adottivo da parte dei servizi dopo l’arrivo dei bambini, di cui il 42% per più di due anni.

  • Leggi tutto...


Prima di giudicare qualcuno bisognerebbe camminare per tre lune nei suoi mocassini.

(Proverbio degli Indiani Algonchini)

Copyright © 2016 Associazione NOVA Onlus. Tutti i diritti riservati.
Parco Culturale "Le Serre" Via Tiziano Lanza, 31 Grugliasco 10095 (Torino).
Telefono +39 011 7707540 - Fax +39 011 7701116 - Email segreteria@associazionenova.org
Codice fiscale 97512040011.
Sviluppo e progetto grafico di Giulio, Modibo e Andrea.

Cerca